Il reato di solidarietà – Documento per l’assoluzione del collettivo

IL REATO DI SOLIDARIETÀ
Il caso della famiglia Spanu: appello per l’assoluzione del Collettivo ‘Furia Rossa’ di Oristano

Si avvia alla conclusione presso il tribunale di Oristano il processo intentato contro tre giovani attivisti del Collettivo Furia Rossa, per un articolo di critica dell’operato della Questura in occasione di uno sfratto, avvenuto nel 2015 nelle campagne di Arborea.

La vicenda, maturata a causa della situazione debitoria di una azienda familiare nel rapporto con una banca, aveva comportato l’abbandono forzato della fattoria e dell’abitazione da parte della famiglia Spanu, da un lato con l’intervento attivo della forza pubblica e dall’altro con il dispiegamento di una resistenza passiva da parte della rete di solidarietà maturata in quei giorni.

La gravità del fatto (catena debitoria, perdita dei beni primari) era apparsa emblematica della precipitazione sociale nella quale stavano cadendo molte famiglie contadine; e tuttavia questa gravità, che costituisce il centro del problema, è stata successivamente adombrata dalla ribalta che si è determinata con la denuncia di diffamazione, elevata per iniziativa della Questura medesima a carico di alcuni dei contestatori di prima linea, appunto il Collettivo Furia Rossa. In ragione di un epiteto, che si assume come volgare ma di uso assolutamente comune e nei contesti più svariati, i giovani Davide Pinna, Mario Figus e Marco Contu sono stati chiamati a processo con una richiesta di risarcimento di oltre duecentomila euro da parte dei denuncianti e di otto mesi di reclusione da parte del pubblico ministero.

Se emblematica e cinica era apparsa la vicenda Spanu, questa sua conseguenza apparentemente secondaria ne replica in automatico la pesantezza e la gravità; la questione si configura ora in modo compiuto e assolutamente semplice:
come sia possibile che vecchi contadini che non hanno commesso reati siano rovinati per sempre nell’indifferenza generale, e come sia possibile che giovani studenti, incensurati fin nei registri di scuola, che non sono rimasti indifferenti a quella vicenda, debbano rischiare di subire la stessa sorte.

Non è per questo genere di avvitamenti che i cittadini necessitano degli istituti di polizia: noi che di questi studenti siamo stati maestri, noi cittadini, abbiamo conformato il nostro insegnamento al principio che proprio l’indifferenza è il maggior pericolo sociale, in quanto complice perpetuo delle ingiustizie conclamate e delle storture che possono generarsi nei periodi di crisi, ed è il massimo agente diseducativo, in quanto è il più pervasivo e impunito dei mali della società; le impertinenze verbali, in questa difficile composizione delle ragioni, non si castigano per via giudiziaria.

Vorremmo sollecitare i denuncianti a ritirare la loro iniziativa giudiziaria, in rispetto di questo principio superiore che primariamente deve ispirare anche la loro funzione; manifestiamo a Davide, Mario e Marco la nostra solidarietà, e chiediamo la loro piena assoluzione.

CHIUNQUE VOGLIA SOTTOSCRIVERE QUESTA DICHIARAZIONE PUÒ FARLO DIRETTAMENTE A COMMENTO DEL POST SU FACEBOOK (QUI) o inviando una mail a furiarossa@autistici.org, E PUÒ EVENTUALMENTE CONDIVIDERLO CONTRIBUENDO ALLA SUA DIFFUSIONE

FIRMATARI (in aggiornamento)

  1. Gian Luigi Deiana, insegnante, Ardauli
  2. Antonio Muscas, libero professionista, Villacidro
  3. Donatella Urru, albergatrice, Rimini
  4. Alessandro Vinci, agente di commercio, San Nicolò d’Arcidano
  5. Maddalena Calvisi, insegnante, Oristano
  6. Luciana Miglior, ex insegnante
  7. Maurizio Congiu
  8. Matteo Murgia, futuro emigrato, Giba
  9. Salvatore Dessupoiu, pensionato
  10. Paolo Pisu, Sindaco Emerito di Laconi, già Presidente della Commissione diritti civili del Consiglio Regionale della Sardegna
  11. Alessia Etzi, dipendente P.A.
  12. Simona Putzolu, insegnante, Ardauli
  13. Maria Luana Farina Martinelli, pensionata, Sassari
  14. Linalba Ibba, pensionata, Oristano
  15. Anna Ortu, pensionata, Sorso
  16. Simona Puddu, insegnante
  17. Gregorio Antonio Salis, dipendente ASSL Sassari
  18. Guido Ruggero Podda, disoccupato, Sassari
  19. Anna Maria Sanna, pensionata, Riola Sardo
  20. Fabrizio Ortu, dipendente PA
  21. Bibiana Salis, Ardauli
  22. Antonella Busia, Simaxis
  23. Savina Dolores Massa, scrittrice
  24. Caterina Tani
  25. Maria Luisa Loche, insegnante
  26. Tore Meli, impiegato, Oristano
  27. Maria Giuseppa Sechi, pensionata, Oristano
  28. Patrizia Ibba, insegnante, Oristano
  29. Antonio Ippolito, pensionato, Oristano
  30. Luciano Corona, ex insegnante
  31. Manuela Lucchesu, insegnante
  32. Massimo Aresu, insegnante, Cagliari
  33. Donatella Spanu, insegnante
  34. Fausta Manca, edicolante
  35. Maurizio Cara, dipendente P.A.
  36. Andrea Romagnoli, operaio
  37. Andrea Porcu, insegnante
  38. Mara Sabatini, maestra a Quartu
  39. Maria Carmina Corona, dipendente ASL Oristano
  40. Gabriella Torri
  41. Cristina Flore, insegnante
  42. Giovanna Casagrande, Nuoro
  43. Maria Spissu, pensionata
  44. Giorgio Pinna, ex preside in pensione
  45. Gabriele Lugli
  46. Lina Raspitzu
  47. Carla Cossu, insegnante
  48. Franca Milia, insegnante
  49. Danilo Lampis
  50. Anna Paola Sau
  51. Gabriele Pinna
  52. Chiara Porcu
  53. Alessandro Cauli
  54. Salvatore Drago
  55. Camilla Cardia
  56. Bonaria Mandis, pensionata, Oristano
  57. Pier Francesco Murgia
  58. Giovanna Baltolu, artigiana, Sassari
  59. Bruno Visentin, veterinario, Arborea
  60. Antonio Pinna
  61. Maria Adelaide Puddu
  62. Salvatore Angius
  63. Francesco Cau
  64. Viviana Macis
  65. Antonello Pabis, Selargius
  66. Ninni Tedesco
  67. Maria Lorella Mascia, impiegata, Oristano
  68. Elisa Rombi, insegnante, Tempio Pausania
  69. Alessandra Giarrusso, insegnante, Oristano
  70. Maria Vittoria Migaleddu
  71. Gigi Ghiani
  72. Caterina Ruju
  73. Paola Puggioni, Maracalagonis
  74. Ettore Dettori, ricercatore, Oristano
  75. Tonino Loi
  76. Luisi Caria
  77. Cristiano Sabino
  78. Maria Giuseppina Pinna, Ossi
  79. Alessio Frau
  80. Ignazio Ibba
  81. Marco Dessì, insegnante
  82. Domenica Pili, operaia
  83. Jacopo Murgia
  84. Claudia Meloni
  85. Omar Onnis, scrittore, Nuoro/Trento
  86. Fabiana Ardu
  87. Nicola Culeddu
  88. Edoardo Mantega
  89. Gabriele Loddo
  90. Chiara Maria Murgia
  91. Simona Lobina
  92. Andrea Corona, Oristano
  93. Antonella Bangoni
  94. Mauro Cabras
  95. Michele Atzori, lavoratore del terziario, Parigi
  96. Alessandro Ariu
  97. Cristina Cimino
  98. Marzia Genovese
  99. Claudia Puligheddu
  100. Antonietta Deiana, impiegata
  101. Valerio Cuscusa
  102. Davide Corriga
  103. Fabio Aresu
  104. Fiammetta Cani, studentessa, Cagliari
  105. Claudio Collu, perenne aspirante scrittore
  106. Sara Corona
  107. Ignazio Zucca
  108. Pietro Porcedda, Narbolia
  109. Mariangela Massenti, Oristano
  110. Barbara Mascia, Cagliari
  111. Umberto Resta
  112. Davide Contu, impiegato
  113. Enzo Meloni
  114. Roberta Atzori
  115. Beatrice Trogu
  116. Corrado Casula
  117. Riccardo Lai, Uras
  118. Giovanna Pinna
  119. Enrico Bianco
  120. Stefano Figus, già amministratore nel Comune di Santa Giusta e nel Consiglio provinciale di Oristano
  121. Francesca Camedda
  122. Edoardo Vaccargiu, Terralba
  123. Giulia Caddeo
  124. Juanne Frantziscu Cau
  125. Stefano Orrù
  126. Maria Antonietta Nulchis
  127. Marta Meletti
  128. Ivana Langiu
  129. Alessia Ferrari
  130. Michela Pinna
  131. Francesca Pili
  132. Luigi Piga
  133. Michele Steccato
  134. Maria Elena Mura
  135. Bustianu Cumpostu
  136. Teresa Mancosu
  137. Marco Meletti
  138. Gianluca Arno
  139. Fabio Petretto
  140. Marta Meloni, Sassari
  141. Salvatore Orunesu
  142. Lina Chelo
  143. Michela Pinna
  144. Carlo Cellesi, insegnante, Cagliari
  145. Roberto Lai
  146. Grazia Umana
  147. Rosa Miglior
  148. Gianna Sanna
  149. Alice Basile
  150. Enrico Pittalis
  151. Ludovica Casu
  152. Iosella Grussu
  153. Riccardo Perria
  154. Silvia Fais
  155. Marcello Brenna
  156. Carmela Loddo
  157. Diego Cocco
  158. Valentina Chessa
  159. Niccolò Piras
  160. Lucia Mereu
  161. Ilaria Marongiu
  162. Cinzia Atzeni
  163. Carmen Torturu
  164. Nicola Aramu, impiegato, Terralba
  165. Enrico Lobina
  166. Massimo Cauli
  167. Danilo Fagone
  168. Veronica Comida
  169. Valentina Ferrari
  170. Andrìa Pili
  171. Paola Floreddu
  172. Michele Salis
  173. Roberto Loddo, il Manifesto Sardo
  174. MarcoMeli
  175. Luisa Atzeni
  176. Gianfranco Cogoni
  177. Matteo Flore
  178. Lucia Pampaloni
  179. Giovanna Farre
  180. Lucia Orrù
  181. Massimiliano Meloni
  182. Davide Mocci
  183. Antonio Cipollaro
  184. Amelia Casula
  185. Andrea Colombu
  186. Pietro Pinna
  187. Cladinè Curreli
  188. Francesco Federico
  189. Edoardo Lai
  190. Rosalba Romano
  191. Mimi Serra
  192. Tore Nurra
  193. Jean Louis Manca Delas
  194. Patrizia Sanna
  195. Pierpaolo Loi, maestro in pensione
  196. Davide Pinna, Chef, Tel Aviv
  197. Pinella Depau, insegnante in pensione
  198. Gabriella Martis, medico
  199. Maria Lina Perra, Quartu
  200. Lucia Cacciola, insegnante
  201. Pierluigi Piana, pensionato
  202. Giuseppe Tamponi
  203. Mariapaola Miglior, pensionata
  204. Anna Tanda
  205. Gino Di Costanzo
  206. Cesare Manca
  207. Pietro Ninniri
  208. Davide Ferrari
  209. Giorgia Oppo
  210. Vanda Fanunza
  211. Peppe Cau
  212. Luciano Cabras
  213. Massimo Pinna
  214. Roberto Vacca
  215. Giuliana Mameli, insegnante in pensione
  216. Margherita Concas
  217. Franco Macis 

    Altre persone stanno firmando su change.org —> https://www.change.org/p/sergio-mattarella-reato-di-solidariet%C3%A0-il-caso-spanu-appello-per-l-assoluzione-del-collettivo-furia-rossa

Lascia un commento